Bullismo

Cyberbullismo

Sono coinvolti solo gli studenti della classe e/o dell’Istituto; Possono essere coinvolti ragazzi ed adulti di tutto il mondo;
generalmente solo chi ha un carattere forte, capace di imporre il proprio potere, può diventare un bullo; chiunque, anche chi è vittima nella vita reale, può diventare cyberbullo;
i bulli sono studenti, compagni di classe o di Istituto, conosciuti dalla vittima; i cyberbulli possono essere anonimi e sollecitare la partecipazione di altri “amici” anonimi, in modo che la persona non sappia con chi sta interagendo;
le azioni di bullismo vengono raccontate ad altri studenti della scuola in cui sono avvenute, sono circoscritte ad un determinato ambiente; il materiale utilizzato per azioni di cyberbullismo può essere diffuso in tutto il mondo;
le azioni di bullismo avvengono durante l’orario scolastico o nel tragitto casa-scuola, scuola-casa; le comunicazioni aggressive possono avvenire 24 ore su 24;
le dinamiche scolastiche o del gruppo classe limitano le azioni aggressive; i cyberbulli hanno ampia libertà nel poter fare online ciò che non potrebbero fare nella vita reale;
bisogno del bullo di dominare nelle relazioni interpersonali attraverso il contatto diretto con la vittima; percezione di invisibilità da parte del cyberbullo attraverso azioni che si celano dietro la tecnologia;
reazioni evidenti da parte della vittima e visibili nell’atto dell’azione di bullismo; assenza di reazioni visibili da parte della vittima che non consentono al cyberbullo di vedere gli effetti delle proprie azioni;
tendenza a sottrarsi da responsabilita portando su un piano scherzoso le azioni di violenza. sdoppiamento della personalità: le conseguenze delle proprie azioni vengono attribuite al “profilo utente” creato.

Normative e direttive

  • Direttiva Ministeriale n. 16 del 5 febbraio 2007 – Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione e la lotta al bullismo 
  • 17 Maggio 2017 Approvata la legge 71/2017 “Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo” 
  • 3 Giugno legge pubblicata in Gazzetta Ufficiale 
  • 18 Giugno la legge cyberbullismo entra ufficialmente in vigore nell’ordinamento italiano
  • Legge Regionale 7 febbraio 2017, n. 1 “Disciplina degli interventi regionali in materia di prevenzione e contrasto al fenomeno del bullismo e del cyberbullismo”
LEGGE 71-17 bullismo e cyberbullismo
Titolo: LEGGE 71-17 bullismo e cyberbullismo (0 click)
Etichetta:
Filename: legge-71-17-bullismo-e-cyberbullismo.pdf
Dimensione: 301 KB
legge regionale cyberbullismo
Titolo: legge regionale cyberbullismo (0 click)
Etichetta:
Filename: legge-regionale-cyberbullismo.pdf
Dimensione: 12 KB
linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione e la lotta al bullismo
Titolo: linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione e la lotta al bullismo (0 click)
Etichetta:
Filename: linee-di-indirizzo-generali-ed-azioni-a-livello-nazionale-per-la-prevenzione-e-la-lotta-al-bullismo.pdf
Dimensione: 226 KB
Linee di orientamento per azioni di prevenzione e contrasto al bullismo e al cyberbullismo
Titolo: Linee di orientamento per azioni di prevenzione e contrasto al bullismo e al cyberbullismo (0 click)
Etichetta:
Filename: linee-di-orientamento-per-azioni-di-prevenzione-e-contrasto-al-bullismo-e-al-cyberbullismo.pdf
Dimensione: 2 MB